W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Animali, corti e stelle [#21]

Posted by on Ago 14, 2011 in Eddai | 6 comments

E alla fine ce l’ho fatta anch’io. Cioè, ancora non l’ho fatta la valigia, ma è lì che mi aspetta davanti all’armadio. Ho preso il trolley enorme, quello dei viaggi lunghi, quello che sembra che io debba trasferirmi in Australia per sempre. In realtà, mi sposto solo di 300km, ma un giorno vi racconterò cosa succede in casa mia quando arriva il momento di fare la valigia, anche solo per un week-end. Diciamo che il giusto indispensabile è un concetto a me ignoto.

Quasi tutti video nella rubrichetta di oggi. Buena vista!

1. Inizio con un video realizzato per il 50° anniversario del WWF. Si chiama Astonish me ed è stato scritto da Stephen Poliakoff. È in inglese, ma se l’ho capito io, possono capirlo tutti.

 

2. Chi l’ha detto che le sculture debbano per forza stare immobili? MÖBIUS è una scultura composta da 21 triangoli che possono essere configurati in diversi modelli, dando l’impressione di affondare nel terreno. Il video è in stop motion e mostra la scultura in azione in diversi luoghi della città di Melbourne.

 

3. Sono un paio di giorni che gira in rete ‘sto video delle zanzare che succhiano il sangue in HD. La cosa fa un po’ impressione, anche perché il tizio del video sembra che le attiri come io attiro le sfighe. Che poi, ormai lo sanno tutti, le zanzare non pungono mica perché si ha il sangue dolce, ma l’esserne assediati o meno dipende dall’odore che emaniamo. Però, non tutti sanno che alle zanzare non piacciono molto le persone stressate ed è per questo che io non ho mai avuto bisogno dell’Autan.

 

4. Per la serie inviti a nozze originali. Un flipbook molto carino, ideato da Jonathan Lundberg. Quando vedo queste trovate, quasi quasi vorrei sposarmi di nuovo. Ma mi passa subito, eh.

 

5. Sotto casa è uno dei corti vincitori del festival “Talenti in Corto 2011”, Alessio Lauria ne è autore e regista. Per anni ho subìto questa piaga sociale del trovare parcheggio sotto casa. Bellissimo.

 

6. Gli psychoplates, sono lo stadio successivo del test di Rorschach, oltre alle macchie nere devi interpretare anche quelle del sugo. Belli, li voglio.

Psychoplates are inspired by the Rorschach test.  The porcelain dinner plates with inkblots discourage getting depressed from the routine of eating breakfast, lunch and dinner.

psychoplates-rorschach-27.  Ok, San Lorenzo è passato, ma mica sono un reporter che deve stare sul pezzo! Vi parlo di un’applicazione per Android: Google Sky Map. La scaricate (aggratis) dal market sul vostro smartphone, puntate il telefono al cielo et voilà, l’app vi mostra le stelle, i pianeti e le costellazioni che sono sopra la vostra testa. Io sono ignorantissima su tante cose, ma sulle stelle di più. Adesso, quando qualcuno, per fare lo sborone, punterà il dito al cielo facendo dissertazioni sull’astronomia, io potrò controllare che non mi stia dicendo un sacco di fregnacce, u-t-i-l-i-s-s-i-m-a.

skymap

8. Un blog che seguo e che mi piace tantissimo mi ha fatto conoscere quest’artista statunitense, Miranda July, che io già amo alla follia. È musicista, scrittrice, attrice e regista e, nel suo ultimo film, tra le altre cose, c’è questo suggerimento pratico per gente che si distrae facilmente. Tipo me.

http://www.nowness.com/media/embedvideo?itemid=1533&issueid=1602

9. Ecco, a proposito di distrazioni. Ieri ho perso gran parte del pomeriggio a giocare su Taaz.com. Se sei un uomo probabilmente non ti interessa, a meno che tu non abbia l’hobby del travestimento. Ad ogni modo, è un sito in cui, inserendo la tua foto in primo piano, puoi sbizzarrirti a creare diversi look, trucco e parrucco. Io, ad esempio, mi sono fatta ricrescere i capelli e mi sono truccata gli occhi appanda. Sembra una foto di invecchiamento, quelle che fanno vedere ogni tanto a Chi L’ha Visto, di persone scomparse vent’anni fa.

 long Volevo dire, a quanti mi hanno supplicato di non andare in vacanza e continuare a scrivere su questo blog (tantissimi, un esercito di ggenti proprio), che non c’è pericolo, il posto in cui vado è munito di connessione flat, anche perché nei posti offline a me mi viene la claustrofobia.

Ciao e buon ferragosto!

6 Comments

  1. “Che poi, ormai lo sanno tutti, le zanzare non pungono mica perché si ha il sangue dolce, ma l’esserne assediati o meno dipende dall’odore che emaniamo.”

    Ed invece io non lo sapevo mica. Ma quindi, a me che mi mangiano un anno sì e l’altro no, che faccio, muto odore di continuo?

    Buon viaggio e divertiti!
    p.s. Quando torni dobbiamo parlare di gatti. Da quando c’è il gatto nuovo Copperfield è ingestibile, ieri mi ha anche attaccato… e non per giocare. E’ normale? Pensavo di comprare uno spray agli feronomi ma magari è solo una stronzata da vendere ai turisti.

    • Ma che ne so, io le zanzare non le capisco

      Per la questione gatto. La conoscenza tra loro è avvenuta di colpo o hai introdotto il nuovo arrivato piano piano? Da quand’è che hai il nuovo? Vanno d’accordo?

      • E’ avvenuta di colpo, più che altro perché avevamo visto che Copperfield era socievole, con gli altri gatti.
        Nel frattempo si è calmato: ci ho litigato una sera (quella in cui mi ha graffiato) e mi sono proprio incazzata. Il giorno dopo è tornato tutto come prima, forse aveva solo bisogno di sfogarsi!
        Ora vanno anche d’accordo, finalmente…

  2. Seria questa collezione di corti! Adesso so cosa guardar stasera! :D

  3. <3

  4. non sono per nulla sul pezzo ma non posso esimermi dal dire che su melbourne mi è scesa la lacrimuccia :( io c’ero lì

Lascia un commento

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: