W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

La giornata del lamento

Posted by on Mar 13, 2012 in Me, myself | 38 comments

Voglio istituire la giornata del lamento. Con cadenza, chessò, quindicinale.
Tipo che ogni quindici giorni, magari di lunedì (che è un giorno che si presta), uno è autorizzato a passare tutta la giornata a lamentarsi, anzi deve, perché è la giornata del lamento e bisogna onorare le feste, soprattutto quelle sceme.

La giornata del lamento non è assolutamente quella dell’apatia, cercate di non sbagliarvi. Non è ammesso rimanere a casa, da soli, col pigiama e gli occhi cisposi per tutta la giornata, no. La giornata del lamento inizia sbuffando alla sveglia e continua ammorbando i colleghi d’ufficio, prosegue invitando amici a bere qualcosa, con l’unico scopo di piagnucolare girando la cannuccia nello spritz, e finisce imprecando davanti alla tivvù che, nonostante le centinaia di canali, non passa niente di decente.

La giornata del lamento è prerogativa di chi non si lamenta quasi mai, di quelli che va sempre tutto bene anche quando non proprio. Di quelli che gli sembra che se per una volta mettono gli angoli della bocca all’ingiù, il mondo improvvisamente implode. Degli ottimisti, di quelli che consolano, di quelli che fanno patpat, di quelli che ascoltano e che comprendono e che scusano.

Oggi non è lunedì, ma facciamo come se lo fosse. Io avrei così tanto da lamentarmi, che mi ci vorrebbe un intero week-end del lamento, una cosa tipo centro benessere, dove tutti, i massaggiatori, quelli della reception, le signore delle pulizie, tutti stanno lì ad ascoltare le mie lagne. Oppure no, non ho proprio niente di cui lamentarmi, come molti di voi, come quasi tutti. Però, ecco, è possibile che abbia ancora il piede destro gonfio, nonostante io sia scivolata sulla neve ormai un mese fa? Perché magari gli altri non ci fanno caso, ma quando metto le ballerine si vede che un piede è più gonfio dell’altro. E poi questi sbalzi di temperatura mi fanno venire mal di testa. Lo sapete che ho preso due chili durante le feste di Natale e ancora stanno qua? E che tra un paio di mesi comincia il tour de force dei matrimoni a cui devo andare e quindi ad agosto sarò così al verde che passerò le ferie sul balcone di casa, sorseggiando acqua calda (probabilmente mi staccheranno anche la corrente), però adesso che ho ancora un po’ di spiccioli potrei comprare uno di quegli ombrellini da cocktail, così almeno potrò immaginare di essere non dico ai caraibi, ma almeno su una spiaggia di Riccione.

A proposito di cocktail, allora ci venite a prendere ‘sto spritz? Ho bisogno di lamentarmi di cose che possono sentire in pochi e questo posto comincia ad essere affollato.

Dai, ci vediamo tra due lunedì al solito bar. Offro io.

38 Comments

  1. Io una volta ho istituito la giornata nazionale dello stronzo.
    Funzionava. Era catartica

    • Immagino, non so in cosa consiste, ma mi sarei associata molto volentieri :)

  2. io, claudiappì, ti farei un monumento.

    • Claudiappì, la donna dal lamento difficile ma ogni tanto doveroso.
      ;*

  3. Bell’idea! Anche quella della giornata dello stronzo. Io ci sto. Ci vediamo al solito! ;)

  4. Io ci sono Cla, dammi solo il tempo di noleggiare un autoarticolato per portarmi dietro le moleskine sulle quali ho segnato l’elenco delle lamentazioni :)

  5. ahahahahah ma tu con tutte le tue lamentale solo di questo post vivi di rendita fino a tutto maggio!! Comunque, ottima idea!! Il mio secondo nome è Brontolo e visto che in questi ultimi anni ho perso il mio vecchio smalto (sia ben chiaro, non tutto, anzi!! Però mi lamento meno di un tempo…) è giusto approfittare della giornata del lamento. E io oggi mi lamento per il fatto che, dopo aver contattato l’assistenza clienti della mia linea telefonica e adsl e dopo essere pure rimasto soddisfatto che in meno di cinque giorni mi hanno risolto il problema…..oggi il problema è ricomparso!!!! E sono un pelino alterato, ma giusto un po’…..-.-

    • Vai, Roberto, sei entrato nello spirito giusto ;)

  6. Mi prenoto anch’io! Un’idea da nobel brava!

    • Il nobel per la lagna ;)
      Buona serata, stravagaria!

  7. :/ ma comunque è reversibile, tipo un sacco di gente necessiterebbe della giornata del non-lamento. Non so se si possa trovare una giornata adatta a essere la giornata del non-lamento :D

    • Sì, tutte le giornate sono adatte al non lamento, tranne una, quella del lamento :D

  8. Chi mi sta attorno dice che sbuffo. Ma non è vero. Sono loro che non capiscono le mie espressioni metalinguistiche. Uff…
    No ma poi cos’è sta cosa del lamento? Se la accetto con entusiasmo allora sono fuori dallo spirito. Se invece mi lamento del fatto che sia una brutta idea, allora sono nello spirito giusto, ma ormai ho votato contro.
    Eh no, eh! Uff…

    • Sei perfetto. Ti va un mojito? Un bellini? Che vuoi? :)

  9. Finalmente! io sono uno di quelli che si deve sorbire ciclicamente le menate di chicchessia! ECCHEPPALLE! A un certo punto potrò lamentarmi pure io?!?
    Proprio ieri, neanche farlo di proposito, ho pensato: “Ma vuoi vedere che alla fine sono io che mi lamento del fatto che mi lamento?!?”
    Ti prego, ti supplico, ti scongiuro….va bene anche solo 1 bicchiere d’acqua ma portami con te al bar!!!!!!

  10. La lamentazione semplice è un genere in declino. Dopo qualche settimana l’auditel cala, e non si riesce piu’ a sucitare l’interesse degli astanti. Infatti, sebbene gli argomenti di lamentazione siano quasi infiniti, la gran parte della gente ha già provato sulla sua pelle il fattaccio di cui ci stiamo lamentando e non lo vive con l’interesse, non essendoci in ballo la freschezza della novità.

    Allora io che ho esperienza di anni e anni di lamentele, ho sviluppato questa tecnica: Prima della lamentela ci vuole un ‘coup de theatre’ uno sbotto. Quindi: movimenti rapidi, imprecazione ad alta voce, fare cadere qualcosa di rumoroso e pesante, nuova imprecazione, borbottio tra sè e sè, imprecazione finale.
    Pensando di avere a che fare con un pazzo, e temendo per la propria incolumità, la gente di solito ti ascolta. Ecco, allora puoi partire con la piu’ stantia delle lamentazioni che otterrai sempre l’attenzione e l’approvazione dell’auditorio. La lamentazione approvata è decisamente meglio della lamentazione semplice. L’importante è non piangersi addosso, ma crederci e metterci passione viscerale nella lamentela, imponendo la propia verità lamentosa e sovrastando ogni principio di critica alla tua verità lamentosa.

    Ultimamente siccome mi hanno sgamato, sto affinando e variando la tecnica pre-lamento. Quindi alterno, faccia terrea, sospiri diaframmatici, discorsi incomprensibili a bassa voce, imitazioni di tic nervosi, robe del genere.

    Nel caso dovessimo vederci per un aperitivo, sappi che, se folgorato dalla tua avvenenza mi alzo in piedi e faccio cadere la sedia, non è per goffaggine ma per subdola tattica: sicuramente sarà stata una giornata di M, tu sarai arrivata in ritardo, il cameriere sbaglierà a portare le ordinazioni e nello spritz ci sarà poco prosecco.

    • adoroty.
      Senti, non ti permettere più di aprirti i blog senza dirmi niente.
      E…ah, io non arrivo MAI in ritardo ;)

  11. Parteciperei solo per vedere di cosa la gente in verità si lamenta, E mi lamenterei tanto, ma proprio tanto, con chi si lamente per le bischerate. A tutto c’è un limite…

    • Ah, ma le lamentele sono composte da un buon 99 percento di bischerate, eh :)

  12. ok per il bar…te faccio pure risparmià visto che prendo solo acqua liscia :)

  13. Là mento, ma qui dovrò dire la verità.
    A chi si lamenta, preferisco la mentina.
    Ma predico bene e razzolo male.
    Infatti see fossi un supererore (magari cinese) sarei l’Uomo Lagno !

  14. sssttt…dillo piano, sottovoce. Sono capaci di farla diventare una festa nazionale come quella di S.valentino, dei nonni, del papà, della mamma…

    • Hai ragione. Questo post si autodistruggerà tra 3…2…1… :)

  15. tu ti associ a tutto…
    sei un’associativa….:)
    un’adorabile associativa…

  16. Ti scoccia se anticipiamo ad oggi? E’ una situazione d’emergenza…oggi mi è andato tutto storto: ho dormito di merda, mi è andata di traverso la colazione con conseguenti colpi di tosse che ancora mi stupisco di come abbia fatto a non perderci almeno un polmone, mi si è rotta la lampo della felpa e giro per casa come fossi una vecchietta che si regge stretta stretta la vestaglia, c’ho la febbre…e purtroppo la giornata non è ancora finita!!! HELP ME!!!!!

    • Oggi come stai? Se vuoi, puoi ricominciare, ma spero che vada molto meglio :P

      • Pare che oggi le cose vadano meglio…grazie! Ci voleva proprio un luogo dove lamentarsi! :) Buona giornata!

  17. Ma sono ancora in tempo?
    No, perché tipo è interessante la questione. Prendere lo spritz con te e lamentarsi.
    Ma è ammesso che più di una persona si lamenti nello stesso giorno? Ne avrei bisogno anch’io. Com’è che si fa se nessuno fa pat pat?

    • Facciamo i turni, a volte ci accavalliamo perché le cose di cui lamentarsi sono assai :)
      E poi ci patpattiamo tra un sorso di spritz e l’altro <3

      • Che bella cosa! :*
        Oggi mi è venuta in mente la tua giornata del lamento perché non ho fatto altro che incontrare gente stramente lamentevole! Sarà che si sta invecchiando! :D

Lascia un commento

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: