W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

San Lorenzo

Posted by on ago 10, 2012 in Me, myself | 39 comments

Piove. Anzi pioveva. Due tuoni, un po’ d’acqua a far salire l’umidità e basta.
Niente nuvole. I romantici potranno guardare le stelle nei pezzi di cielo tra un palazzo e l’altro o, se sono fortunati, nei posti dove le stelle sembrano più vicine, al mare, in montagna, posti dove ci sono poche luci, pochi rumori, pochi artifici.

Non sono mai stata una grande appassionata di stelle cadenti e notti di San Lorenzo. Sarà che non so esprimere i desideri, mi mette ansia, è stato sempre così anche con le candeline. Tu sei lì, circondata da persone che aspettano che tu esprima un desiderio, che spenga ‘ste candeline, sono già lì con le mani una parallela all’altra, pronte ad essere battute, ma a te non viene in mente niente e non puoi fermare tutto e dire “scusate, a me non viene in mente niente”, non lo puoi fare, e allora le spegni lo stesso e tutti applaudono e ti sfilano la torta da sotto al naso per tagliarla e tu inizi un nuovo anno con una mezza bugia.

In realtà, della notte, di tutte le notti, mi piace la luna, mi piacciono i lampioni e le ombre che fanno sui muri, le lucciole quando ci sono, i viali alberati, il silenzio.
Le stelle cadenti sono un di più. Eppure ci sono andata spesso, a guardarle, ad aspettarle distesa su un prato o sulla sabbia o seduta su una panchina con la testa all’insù. Ci sono andata perché adoravo l’idea di sdraiarmi al buio vicino al ragazzo che mi piaceva e immaginare di stare insieme, da soli, anche se poi lì intorno c’erano altre decine di persone, le birre, i puntini rossi delle sigarette accese, tutto quel vociare di sottofondo. Spesso ci sono andata anche per parlare. Al buio parlare riesce meglio, puoi dire le cose di cui un po’ ti vergogni, poi impari a dirle sempre, anche alla luce, ma non è mai la stessa cosa, ti sembrano stranamente più gravi.

Dieci anni fa, di questi tempi, sembrava che le stelle volessero cadere tutte su di me, ne ho viste un’infinità. La sensazione delle candeline tornava, quasi tutte le sere. Non facevo mai in tempo, non è che puoi esprimere un desiderio un quarto d’ora dopo che la stella è passata, non vale.
Era davvero una cosa che mi rattristava e avevo quasi pensato di prepararmi una lista di desideri da sfoderare al momento opportuno, anche se non avevo mica tutti quei desideri, io. Io di tutte quelle stelle non sapevo che farmene, come quando da un campo ti spuntano, chessò, così tante zucchine che non riusciresti a finire neanche se mangiassi solo quelle per mesi.

Ogni volta che ripenso a quell’anno, sorrido. Sorrido perché da quell’anno sono cambiate un sacco di cose e tutte in meglio. Dall’estate del 2002 ho capito che chi deve esaudire il desiderio sa già cosa tu desideri, anche se non lo dici e in quel momento non ti viene.

39 Comments

  1. Che bello questo post e ciò che a te piace delle notti…una pioggia di stelle, però, fortunata cara Claudia!
    Poi i desideri, se devono, si avverano comunque…ma io ci vado a guardar le stelle, sempre!
    Bacino Cla!

    • Quest’anno ancora non ne ho viste, però, sì…mi passano davanti anche quando non mi fermo a cercarle ;)
      Bacio, Miss.

  2. Mai riuscita a vedere una stella cadente in vita mia. E di anni ne ho 33… a volte sarà il destino, non so. Eppure anche a me di desideri se ne son realizzati, forse pure troppi. A volte meglio restare con i desideri che son desideri e ti fanno venir voglia di arrivare fin li. Forse la colpa è di tutte quelle candeline di buon compleanno. Anche se poi, però, mica sono i desideri espressi in quei momenti, quelli che si son realizzati.
    Proverò a guardare in su stasera. E a non pensare a niente. Non si sa mai.
    Bella atmosfera in questo post.

    • Ma come, Anna, davvero?
      Spero che tu riesca a vederne almeno una, questa estate…anche senza desiderio, tanto è vero, si avverano comunque :)

      • Niente, stelle perse anche quest’anno. Ma prima o poi ce la farò!

  3. a me certi desideri piace coccolarli a lungo, rivoltarli e impastarli come una polpetta. Diventano ancora più preziosi

  4. Anch’io le guardo e dai e dai, alla fine è certo che cadono. Stasera ne ho vista una che sembrava un siluro! Nel cadere, ha circumnavigato tutta la partizione di cielo che i miei occhi potevano mettere a fuoco. E come dice Claudiappì “chi deve esaudire il desiderio sa già cosa tu desideri, anche se non lo dici e in quel momento non ti viene”.

    A me viene. E’ che poi mi metto in attesa della stella successiva per annullare e questa non arriva e io mi stanco di aspettarla.
    Il problema, in certi casi, sta tutto in quest’ultima verità.

    Ma belle stelle a te Clà, sempre.
    Come questo post.

    • Grazie :)
      hai sollevato un altro punto, io non so se quello che desidero lo desidero davvero.
      “E se poi te ne penti?” (cit.)

      • Oggi c’è un gran vento e le stelle stanotte avranno di che cadere. Riprendo dalla tua citazione (“…”) e non farò lo sbaglio di desiderare per poi pentirmi e rompermi i c…. ad aspettare la stella che non cadrà, ma appena ne vedrò una, in quell’istante le chiederò di desiderare
        al posto mio, la cosa migliore per me.
        A te, belle stelle sempre.

    • Altrimenti detto: Attenta a quel che desideri, potrebbe avverarsi.

  5. Io questa sera ho fatto così: pensavo in continuazione ad un desiderio per volta e lo cambiavo ogni cinque minuti (si, diciamo che in questo periodo mi vengono più spontanei del solito). Perché mi son detto: così il desiderio ce l’ho pronto, se la stella cade mentre lo sto pensando vuol dire che è proprio quello lì che si deve avverare! :-)
    Insomma, un modo per non decidere qual’è il desiderio che desidero di più…

  6. Secondo me succede un po’ a tutti come a te o, almeno, alla maggioranza: nessuno riesce a esprime il desiderio così, al momento giusto, sei troppo preso dal goderti la caduta della stella o lo sbrilluccichio delle candeline e degli occhi intorno a te. Io ho sempre il desiderio di avere un desiderio, forse sarà per influenza di mia nonna che ci diceva sempre, a noi nipoti: “La vita è un desiderio” (giustificava così i dolci extra che si mangiava).
    Bellissimo post

    • Bellissimo pensiero, saggia donna tua nonna, sono d’accordo :)

  7. e per chi c’ha i desideri che sa già che non si potranno mai avverare xkè tanto sono un distillato di utopia e follia? che si fa?

    • Si fa “mai dire mai”. Ma davvero, eh. Non smettere di sperare, anzi, mira in alto e non accontentarti.
      Mammamia, sembrano le risposte della posta del cuore :D

      • no, cla! questa era una domanda da posta del cuore ehehehehhe
        in ogni caso seguo il tuo consiglio perchè ci credo troppo in questo desiderio, a discapito della mia razionalità, a discapito del tenere i piedi per terra!
        e poi posta del cuore dicevamo: quindi non c’è storia devo seguirlo questo cuore e sia quel che sia!

  8. C’è chi sostiene che non ci sia bisogno di chiedere nulla. Basta solamente invocare Dio: lui sa già ciò di cui abbiamo bisogno. ;)

    • Sempre se credi che esista un dio, e non è il mio caso ;)

      • Si può sempre rendere laica: chiamala energia, legge universale o come preferisci! ;)

        • Già, l’avevo intesa proprio così nel post :)

  9. Il passaggio della torta… sublime. Anche se si trattava di torta mimosa, sublime lo stesso.

    • Ok, non ti piacciono le torte mimose, ho recepito (non si sa mai) ;)
      Grazie :*

  10. Tutte le che vedo una stella cadente, esprimo un desiderio, e il desiderio viene accodato nella lista dei desiderata. Ma ho quei due desideri che son li da tempo che non si esaudiscono e creano un tappo nella coda. Il primo desiderio è quello di giocare nell’ NBA di basket americano. Il secondo quello di avere una notte hot con la Lorella Cuccarini. Devo dire al commercialista dei desideri di modificare la gestione della lista da una logica FIFO a una logica LIFO.

    • Nuuuuoooo Lorella Cuccarini Nuuuooooo, ti avrei fatto più tipo da Pamela Prati :D

  11. Se vuoi toglierti il problema d’esprimere un desiderio quando vedi cadere una stella, pensa che quella che vedi cadere non è una stella, ma una banalissima meteora, una fra tante di uno sciame di meteore (me l’ha detto Margherita Hack e quindi è sicuramente così).
    Vedrai che tutta la “poesia” passerà :-)

    p.s. per le candleine devo ancora escogitare una soluzione (chiederò a Luca Bottura)

    • Eh, la sapevo anch’io la storia delle meteore. Il fatto è che quando la “poesia” è nell’aria, non passa manco con le spiegazioni scientifiche della Hack ;)

  12. Claudia, Claudia, “donna appagata donna fortunata ” :-) Facciamo che te ne passo un paio dei miei. Chissà se il mutuo soccorso funziona con le stelle..

    • Ahaha ma davvero, chissà se funziona!
      Il fatto è che io vado a momenti, forte appagamento vs forte insoddisfazione in perenne lotta :)

  13. Uff la pioggia di stelle mi è sfuggita quest’anno! Poco male, vorrà dire che dovrò impegnarmi di più in prima persona per far avverare i miei desideri ;)

    • E sono sicura che si avvereranno pure senza stelle ;)

  14. Beh, allora spero proprio che tu abbia ragione, perchè l’unica cosa intravista in cielo quest’anno è stata la spia di un aereo in fase d’atterraggio :)

  15. Sarà che qui a Roma nemmeno se t’impegni riesci a vedere oltre le 3-4 stelline fisse tutto l’anno ( che poi si spostano per carità, ma sempre 3-4 rimangono ), però nemmeno io riesco mai ad esprimere il desiderio nel momento in cui cadono. Perciò ho deciso che quando partecipo a nottate del genere, vado li con un solo desiderio in mente e lo ribadisco ad ogni stella che cade. Chissà, magari rafforza il concetto :D E comunque al compleanno è più semplice: la candela aspetta che tu faccia mente locale sul desiderio prima di spegnersi :D

    • E come la mettiamo con quelle orrenderrime candeline che fanno finta di spegnersi per poi riaccendersi? :D

      • Beh dai quelle ti danno addirittura una seconda possibilità :D :D :D

  16. La prima volta che non è espresso un desiderio a una stella cadente sono stata felice. Esprimevo sempre lo stesso da quattro anni a questa parte. A tutte le stelle. Nonostante non ci credessi mica…

Rispondi

Top
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: