W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Bloffèst anch’io

Posted by on Ott 1, 2012 in Me, myself | 40 comments

Stamattina mi sono svegliata con le braccia rotte, i piedi maciullati, il raffreddore, la schiena a pezzi. Una mia amica questo fine settimana ha fatto una specie di gara di Ironman, mentre io ho sorseggiato cocktail seduta sui divanetti di Riva del Garda. Lei è viva, io non tanto. C’è qualcosa che non va.
A Riva del Garda c’è stata la Blogfest. Magari non tutti lo sanno, che c’è stata la Blogfest, magari qualcuno neanche sa che ci sia una Blogfest tutti gli anni. Epperò c’è, ed è uno di quegli eventi a cui ognuno partecipa per un motivo diverso, magari perché è candidato alla vittoria, addetto ai lavori, ospite più o meno svogliato, quello che faccio vedere che ci sono anch’io, il fancazzista con la voglia di divertirsi in mezzo a tanti altri fancazzisti, ridere, stringere mani, rivedere persone, cose così. O anche tutto insieme. Però tutto insieme è faticoso e allora io mi adagio volentieri nella categoria dei fancazzisti e basta.

Riva del Garda è quel luogo lontano da qualsiasi altro luogo, con un tempo che non si sa mai, e perciò nel mio trolley hanno trovato posto il costume, il giubbino imbottito e tutti gli altri indumenti che sono nel mezzo. Ok, il costume solo perché il mio hotel aveva la spa, cosa di cui non ho usufruito, preferendo la socialità all’idromassaggio (sì, ho decisamente qualcosa che non va).

Credo che ci siano stati anche dibattiti interessanti, cose di internet, startup, altra roba che però non ho seguito perché impegnata a mangiare o bere o a scambiare per la luna un santuario illuminato in mezzo alle montagne.
La mia Riva è stata così, tante chiacchierate, nuove conoscenze, alcune nuove nuove, persone con le quali non avevo mai interagito e poi magari ti dicono che sono i fondatori di siti e blog di cui non ti perdi un post e ti regalano la t-shirt. La Blogfest è quell’evento in cui chiunque ti regala una t-shirt di qualcosa, neanche una della tua taglia, tutte destinate al cassetto dei pigiami.
Poi io sono stata fortunata, perché sono stata insieme ad un sacco di gente in gamba, divertente, gente che è diventata un po’ il surrogato dei libri che leggo sempre meno, e lo so, non è un bene, ma chi se ne frega, negli ultimi anni ho letto robe molto più belle e interessanti online che su carta. Evidentemente seguo la gente giusta e compro i libri sbagliati.

Ho visto il premio Macchianera da vicino, toccato con mano, sembra quasi una cosa seria. Durante la prima mezz’ora di premiazioni ho davvero creduto che da un momento all’altro venisse giù il telo con scritto “siete su Scherzi a Parte”, ma non è venuto giù niente, solo tanta perplessità e un po’ di meh (forse qualche madonna, ma io non c’entro).

E infine i saluti, i ci rivediamo, i ci leggiamo. Qualche in bocca al lupo per i progetti appena nati. Salire in macchina e pensare che non hai fatto manco una foto e non hai stretto qualche mano per timore reverenziale. La stupidità.

E quindi niente, ci devo tornare. Sempre se non lo rifanno, chessò, a Novate Mezzola.

40 Comments

  1. Ho pensato molto alla blogfest in questo week end ma la Svizzera mi chiamava in modo molto più forte. Magari alla prossima ci si vede.

    • Lo spero, Giovy. Davvero bei momenti. Certo che però la Svizzera è la Svizzera ;)

  2. che poi cosa ci sarà di brutto a Novate Mezzola

    • Mah, ti dirò, non ci sono mai stata. L’ho tirato in ballo in quanto paese in culo ai lupi :)

  3. Novate Mezzola esiste? Dovrebbe essere un posto veramente buffo

    • So che esiste, adesso la domanda a cui rispondere è “perché” :D

  4. perché non è il bere, ma il ribere… (cit.)

  5. bloffest c’ero anch’io. Da quelli delle birre e delle salsicce che “a me della bloffest non mi frega niente e che come è che sono qui? però ci sono” ero da quelli che ridevano come pazzi durante la premiazione, dietro di tutti però, tipo quelli più scarsi del liceo. Accidenti, era dai tempi delle gite scolastiche…

    • Uh, a saperlo prima! Almeno ci saremmo salutate!
      Io alle premiazioni ero seduta al tavolo di Mister Twitter (no, lo dico giusto per essere invidiata almeno un pochino).
      Scherzi a parte, pure io ho riso un sacco, ma mai quanto alla messa laida di Azael (che spero tu non ti sia persa, la domenica mattina).
      ;*

      • Io la domenica ero con dei postumi non indifferenti, altro che messa laida…. Alla premiazione ero dietro con gli asini, ma quelli asini per davvero…

  6. Quello che faccio vedere che ci sono anch’io… è impagabile!!!

    • È la categoria che va per la maggiore, dopo i fancazzisti ;)

  7. … Almeno hai chiesto il nome del santuario per riparare alla gaffe? Cmq: la luna ringrazia per la tua devozione al suo splendore che vedi dovunque…. la Madonna un pò meno… forse la vedi solo quando sei incazzata? chissa’. mi ha fatto morire dalle risate!!!!

    • Ho fatto una ricerca, dovrebbe essere il Santuario della madonna di Montecastello. Vedi che le madonne c’entrano sempre? ;)

  8. Mi pare di capire che sia tipo la Festa dell’Unità al mio paesino: non gliene frege niente a nessuno di politica ma si va per le bancarelle.

  9. ma mica ci dovrò venire pure ioq ualche volta a ‘sto blogfest?
    naaaaaahhh
    troppe chiacchiere…
    ma chi sarebbe la tua amica che ha fatto tipo questa gara di Ironman?

    • Un’amica non blogger e poco social. Ma era la Fisherman’s Friend Strongmanrun, a Rovereto, mica le robe serie che fai tu! ;)

  10. Alla prossima ci vado pure io, sta roba dei cocktail la voglio vedere da vicino.

    • Sì, le cose bisogna toccarle con mano (e complimenti per la vittoria di Spinoza. Chi se lo sarebbe mai aspettato) ;*

  11. bello….ma avevate la targhetta con su l’avatar e il nome per riconoscervi?

    PS: anche un mio collega ha fatto quella specie di ironman e si è divertito un sacco….quasi quasi l’anno prossimo….

    • Avevamo il badge, ma tanto chi si doveva riconoscere si è riconosciuto anche senza.
      Mannò, lascia perdere lo sport e vieni a giocare con noi :D

  12. Deve essere stata proprio una bella serata oppure, è la tua penna che sa fare come sempre miracoli ? :-) Direi tutt’e due.

  13. Uh, Cla! L’anno prossimo vengo anch’io, mi trovo a metà strada con la Giovy e ci vediamo là…che bello! E che bello avere una cronista come te che ci racconta la bloffest, non potrei chiedere di meglio!

    • Ma magari! :*
      Come potevo esimermi dal raccontare quello che faccio quelle rare volte che esco di casa :D

  14. son due anni che dico “quest’anno ci vado!” ma niente; forse mi blocco perchè non ho compagni di viaggio blogghettari…il prossimo anno sarà la volta buona?

    • Farnocchia, effettivamente io quest’anno ci sono andata perché avevo un compagno di viaggio e comunque avrei conosciuto lì altre persone che frequento già online.
      Chissà se magari l’anno prossimo… ;)

  15. Io ci vivo vicina, e non sapevo niente di tutto ciò! Ma ti ringrazio per avermi resa meno ignorante, dall’anno prossimo non avrò più scuse.

    • Guarda, un sacco di persone mi hanno detto che non ne sapevano niente, eppure sono anni che c’è e prima era ancora meglio…ultimamente sono venute fuori un po’ di polemiche riguardo le premiazioni ;)

  16. Mica sapevo… :O

  17. Sono contento di averti incontrato.

    • Anch’io, due chiacchiere che fanno la differenza.

  18. Sì, ne ero al corrente. Non sono mai stata da quelle parti ma, da quello che scrivi, magari un saltino varrà la pena prossimamente.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Claudiappì | Blogfest e le cose che non si fanno - […] raggiungere la tastiera del Mac. La mia prima Bloffèst (per gli amici) l’avevo raccontata qui, uno dei miei soliti…

Lascia un commento

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: