W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

100 mila lire

Posted by on Feb 25, 2013 in Me, myself | 31 comments

L’unica volta che ho vinto un premio è stato alle elementari. Ho scritto una poesia su mia nonna, mi hanno dato 100 mila lire con premiazione in pompa magna. A scrivere quella poesia mi aveva aiutato mia madre, quindi diciamo che abbiamo vinto 50 mila per uno. Neanche la soddisfazione di vincere un premio intero.
Da quando ho il blog, poi, mi nominano per un sacco di premi. Si tratta di questa sorta di catene in cui tu nomini me, io nomino un altro che ritengo meritevole e alla fine il premio, gira e rigira, ce l’hanno tutti. È una cosa molto bella, un premio popolare, direi. Ma poi è bello il fatto che di solito sei invitato a dire una serie di cose che ti riguardano, tipo che ami i gatti, vai a letto senza pigiama, cose così, mai nessuno che dica che gli puzzano i piedi, per dire.

Per dire, ho vinto i premi Very Inspiring Blogger 2013 e Liebster Blog, grazie ai miei amici Max e Firesidechats. Mi piacerebbe rispettare tutte le regole dei premi, ma mi sa che le fonderò come si fondono le barrette di cioccolato per fare i cioccolatini a forma di cuore con gli stampini in silicone.

Racconto di me alcune cose che ancora non sapete (forse).

1. Mi peso tutti i santi giorni, da anni, prima di colazione e dopo cena. È solo un’abitudine, non ho mai avuto disturbi alimentari (a parte non riuscire a smettere di mangiare i rustici, quando inizio);
2. Non esco mai di casa senza almeno un filo di matita sugli occhi. Una mattina, appena sveglia, sono dovuta scendere giù in garage a prendere il latte e ho incontrato il mio vicino di pianerottolo in ascensore. Ho dovuto ucciderlo. Però peccato, era simpatico;
3. Prima di andare a letto devo riordinare tutto, le penne nel portapenne, i cuscini sul divano, i giochini dei gatti nell’apposita cesta, altrimenti dormo male e faccio gli incubi;
4. Non so contrattare sul prezzo. Una volta sono riuscita a pagare dieci euro una cosa che ne costava cinque;
5. Uno dei miei più grandi desideri, oltre all’estinzione di api e cavallette, è avere una casa con la tavernetta e una sala insonorizzata dove poter provare senza aver paura che i vicini chiamino i carabinieri (o peggio, richiedano un TSO);
6. I miei fiori preferiti sono i tulipani;
7. Ho un grande difetto: parlo solo di cose che so e difficilmente mi butto a fare cose per cui non mi ritengo all’altezza. E in un mondo di pressapochisti arrivisti è un difetto, sì.
8. Quando sento stonature, mie o di altri, o quando vedo errori grammaticali, miei o di altri, provo dolore fisico, ma davvero sul serio;
9. È difficile che io chieda favori. Ogni volta che ottengo un favore, anche piccolo, per me resta sempre qualcosa che andrà ripagato;
10. Ho un sacco di puzza sotto al naso che spesso è mascherata da un bel sorriso, però secondo me gli interessati se ne accorgono sempre;
11. Fino a due anni fa odiavo essere ritratta in foto, poi non ho capito che è successo. Avrei bisogno di una via di mezzo;
12. Ho la capacità di pubblicare i post nel momento meno opportuno, tipo la domenica mattina alle 8, il sabato sera alle 22. A ferragosto o in un momento in cui mezza Italia si infervora davanti ai risultati elettorali;

Rispondo ad alcune domande di Firesidechats.
Quale sarebbe un tuo superpotere se tu fossi un supereroe dotato solo di superpoteri inutili?
– Avere la vista a raggi x che funziona solo per guardare all’interno dei cassonetti della spazzatura
Qual è l’ultimo libro che hai letto?
– Alla corte del re Cremisi di Elia Gonella
Qual è, secondo te, il posto peggiore del mondo?
– L’obitorio
Sei credente? Se sì, che fede professi?
– credo solo nella libertà e nella civiltà (sì, sono scema)
Entreresti mai in politica?
– No, perché non mi piace scontentare nessuno.

E, a proposito di non scontentare nessuno, nomino in massa tutti i blog che leggo. In premio, 100 mila lire perché a noi ci piace la nostalgia.

31 Comments

  1. Peccato non si possa lasciare un bel like!

    • L’hai appena fatto ;*

  2. L’unica volta che ho vinto qualcosa è stato un pupazzo di Capitan Futuro non snodabile, a una tombola in prima elementare, in collegio…

    • Quel “non snodabile” è tristissimo :D

  3. Almeno tu 100 sacchi li hai presi… io mai niente! :D

    • Dobbiamo rimediare! :D

  4. Già, come mai il like non c’è? :*

    • Il tastino “like” c’è solo sui blog che stanno su wordpress.com, purtroppo :(
      Però grazie del pensiero <3

  5. Cla! Ma che bello questo post…abbiamo anche un sacco di cose in comune.
    Anch’io non so contrattare sul prezzo, sono negata; non esco mai senza trucco, mi sento male se vedo errori grammaticali e i miei fiori preferiti sono i tulipani bianchi.
    Evviva le centomila lire che ancora mi sembrano tantissime! Cinquanta Euro fanno ben altro effetto, è vero?
    Bacioni!

    • Lo sapevo che avevamo un po’ di cose in comune :D
      Comunque è un premio utile e soprattuto avveniristico, ho sentito che vogliono uscire dall’euro ;)

  6. Pressapochismo ed errori grammaticali… odio!
    Tanto che periodicamente devo sottostare ad una seduta di riprogrammazione di me stessa per non odiare… anche me stessa.

    • Eh, quella è la parte più difficile :)

  7. Conservo ancora il ritaglio di giornale di quell’episodio e naturalmente la poesia. Quegli spilorci imbroglioni di banca apulia che hanno vincolato 100 mila lire su un libretto con la copertina rossa in cui c’era il tuo nome, poveracci si sono sprecati. Però resta che ha vinto la tua poesia, tra centinaia.

  8. Dissacrante, sarcastico, originale.

    • Grazie.
      Ma soprattutto sono andata a controllare la lista dei blog che leggo e mi sono accorta di non averne aggiunti alcuni, tra cui il tuo (che leggo sempre con piacere), quindi corro a rimediare.

  9. ^__^ Breva breva. Però approfondirei il discorso delle cavallette… . io le amo.

    • Ma tu sei un po’ fuori di testa, tutto nella norma :D

      • Hihi io cicala. Tu formìca ^__^’

  10. Come spesso accade, trovo un sacco di me in te.
    Dalla matita per gli occhi alla puzza sotto il naso, passando per il dolore fisico dovuto ad orrOri grammaticali/canori e la camera insonorizzata in cui provare.
    Le centomila lire mi mancano parecchio, comunque!

    • A me anche le cento euro un po’ mi mancano :D
      Buona serata, mia cara simile ;)

  11. Prima di tutto, grazie per il premio. Secondo di tutto, che nostalgia le 100 mila lire, un capitale che poteva durare mesi e mesi, anni, e mo invece mannaggiatutto, vabbè, lascio stare…Terzo di tutto, la cosa dei tulipani, anche io.

    • Se penso a quanti Cioè e Top Girl mi compravo, con cento mila lire ;)
      :*

  12. Claudia, mi stai troppo simpatica! Sei tutto e il contrario di tutto. Secondo me. chi ti sta vicino di sicuro non si annoia. (Ma non potresti usare un colore un po’ più scurino? Duro una fatica a leggere! Vabbè che sono vecchietta :-) Ora la smetto. Giuro la smetto. Per esempio, in tasca alle notifiche! Vengo qui direttamente da faccialibro ,-))

    • Ahaha Sandra, in quanto a simpatia anche tu non scherzi ;)
      (il colore del testo posso scurirlo sì, adesso vedo se mi ricordo come si fa) :D

  13. Non si può tornare a premiare in vil denaro? Sono un inguaribile nostalgico…

    • Vediamo al prossimo giro :)

  14. Non avevo mai pensato a nominare in massa tutti i blog che leggo.. bella idea! Ma ormai è tardi ;-)

Lascia un commento

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: