W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Vieni a giocare con me?

Posted by on Ott 14, 2013 in Me, myself | 33 comments

Il segreto del mio successo non è Pantene, quella era un’altra.
Io gioco.
Ho sempre giocato, pur non amando la competizione. Infatti mi piace giocare anche da sola, tra me e me, quando non c’è nulla in palio, quando invece c’è roba che scotta, come dicono nei film.
Il gioco è uno stile di vita, o ce l’hai o no, non si impara, per quanto uno possa sforzarsi. È un po’ come avere orecchio, un po’ come l’empatia, il gioco ce l’hai scritto da qualche parte nel corredo genetico. Credo che io sia una delle poche ragazze del sud che, in età da marito, non avesse nessun corredo, nessuna coperta fatta a uncinetto, nessuna vestaglietta di seta coi volant. Niente piatti col bordino d’oro 24 carati, niente bicchierini da liquore dopo pasto. Niente di niente. Però nel corredo genetico, non so chi sia stato, se mio padre o mia madre, ma forse entrambi o nessuno dei due, forse è così e basta, insomma, mi sono ritrovata con questa grande qualità che è il gioco.

Me lo invidiano molti, il gioco, anche se non lo sanno.
Perché giocare è bello, è divertente, è meglio. È sicuramente meglio che non giocare.
Conoscevo una bambina che non giocava mai, una tristezza di bambina, non so che fine abbia fatto, ma sicuramente avrà raggiunto grandi traguardi, lei sì che era sempre concentrata, sempre seria e impettita, io andavo a cacciare le lucertole, d’estate, e lei restava lì col suo libro delle vacanze, con i problemini di matematica, quante pere e quante mele. E io, invece, le lucertole.
Dicevo, magari è diventata senior manager di qualcosa, tipo in America. O magari si è fermata al secondo esame di medicina e le è venuto l’esaurimento e adesso perde le sue giornate a mettere like agli aforismi su Facebook. Come me, d’altronde. Vedete, i cavalli si vedono all’arrivo, come diceva mio zio.

Quindi, il gioco. Credo che il gioco sia l’unica cosa che dia davvero un senso alla vita. Intendo alla mia, poi voi fate un po’ come vi pare. Tutto è gioco, l’amore, l’amicizia, il lavoro, la famiglia, anche la malattia e forse addirittura la morte. Ma su queste due ultime cose non ci giurerei, non ho abbastanza esperienza per dirlo.
Anche il gioco ha le sue regole, eh, mica ognuno fa quello che vuole. Però sono regole più sopportabili, no? O almeno uno ha l’impressione che lo siano. A volte le dai tu, a volte le danno gli altri, poi si fa la conta o si lancia la palla o si guardano le carte o si muovono pedine o si salta o si corre o si guarda dritto negli occhi l’altro cercando di non ridere o ci si va a nascondere o.

Sempre in attesa della prossima mossa, tua, degli altri, del destino o quello che è.
Vado a tirare i dadi.

33 Comments

  1. il gioco SONO le regole. le uniche, del resto :)

    • Eh già. Non è bellissimo?

  2. A che gioco giochiamo Claudia? :-) Guarda che qui c’è un’altra giocherellona. In fondo chi ama giocare veramente mette in conto che può perdere ma soprattutto, sa anche farci una risata sopra.

    • ( e adesso, giochi a mettere un paio di virgole al posto giusto, nel mio commento sopra?;-))

      • Con te vorrei giocare a un gioco nel bosco, tipo che ci costruiamo una casetta con gli aghi di pino (da bambina lo facevo, era bellissimo).
        Le virgole, pfui, se la sanno cavare da sole ;)

  3. Evviva chi gioca! Chè di serietà si muore anche :)

    • Di serietà e di noia si muore assai :)

  4. Sono venuto solo a vedere se questa è davvero così brava come dicono. No. Non mi serve niente. Al massimo chiedo io,

  5. bello questo post, bello il suo carattere. “quando il duro si fa gioco, i giochi cominciano a durare”, dice il mio amico sergio (che tu non conosci ma in questo ti piacerebbe assai).

    • Influenze. Di quello che leggo e persone che sento :)
      Sergio mi piacerebbe, sì :)

  6. il gioco è il segreto del mio INsuccesso.
    :-)
    ml

  7. Leggerezza, leggerezza ovunque! Che non vuol dire superficialità, anzi.
    In un certo senso proprio il post che avevo bisogno di leggere stasera.
    Grazie Claudiappì :-)

    • Ma grazie a te, Zuben ;)

  8. E’ importante giocare quando si gioca. Non è solo un gioco di parole. Quando sei lì e vuoi giocare, che sia ad un tavolo verde, per terra con il tuo nipotino o in un campo da tennis, non puoi dire che stai giocando se non sei attivo a partecipe, la presenza non basta. Anche quando giochi con te stesso devi essere attivo, a meno che non ti piaccia vincere facile.
    Mi sono spiegato peggio delle istruzioni del Monopoli ma spero si capisca.

    • Si capisce che anche giocare è una cosa seria, checché se ne dica :)

  9. A volte bisognerebbe prendere la vita proprio come un gioco. Altre volte però non è possibile. Sarebbe bello però poterlo fare sempre :)

    • Sì, sempre sempre è difficile, ma è bello farlo tutte le volte che si vuole e che si può.

  10. Bello, bello. Piace, piace.

    Si gioca anche con la malattia e la morte, o almeno a me capita un bel po’.
    Con, non nella, che sarebbe diverso.

    Baci baci ;)

    • Sì, anche a me capita con. Nella è un discorso più complicato.
      Baci a te :**

  11. Scusa il ritardo, non devo più fidarmi del reader che non mi segnala i tuoi post, ora lo sgrido!
    E sì, saper giocare è ciò che rende più bella la vita, fantastica tu.
    Un bacio, Cla!

    • Ahahah Miss, sei un portento. Non so come fai a stare dietro a tutti. Io arranco :)
      Grazie e un abbraccio! :**

  12. Diciamo che a forza di giocare non c’è più nessuno che fa sul serio. Ma sa che c’è? Mi sono stufato di sembrare sempre il bastion contrario. Io possiedo una collezione di Mazinga, e stavolta mi tocca stare zitto :)

    • Ecco. Li facciamo incontrare con la mia collezione di Barbie così stanno un po’ insieme? :)

      • E se poi si accoppiano? Che ne esce da una simile unione?

        • Un bellissimo mostro!

  13. Basta che poi vinco, anche a me piace giocare.

    • Tu hai la faccia di uno che vince spesso.

      • Accidenti, doppio triplo accidenti, mi hai sgamato.

  14. La vita è una gran bastarda e se non ci giochi insieme è lei che gioca te! e così anche la morte…Bello leggerti, un sorrisone :)

    • Eh già, bisogna farsela amica :D
      Grazie, un abbraccio!

Lascia un commento

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: